A) – SARA E TOBIA: SPOSI  COME NOI   

B) – EDUCARCI PER EDUCARE  (Pilastri di formazione morale)  

C) – FAMIGLIE IN DIFFICOLTA’  – SUSSIDI PER L’ EDUCAZIONE DEI FIGLI

 

 

  •  DAL VANGELO DI MATTEO: 19,3ss
    Si avvicinarono a lui alcuni che erano del gruppo dei farisei. Essi volevano metterlo in difficoltà, perciò gli domandarono: – Un uomo può divorziare dalla propria moglie per un motivo qualsiasi?  Gesù rispose: – Non avete letto ciò che dice la Bibbia? Dice che Dio fin dal principio maschio e femmina li creò.  Perciò l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà alla sua donna e i due saranno una cosa sola.  Così essi non sono più due ma un unico essere. Perciò l’uomo non separi ciò che Dio ha unito.
  • S. PAOLO: COL. 3  Se voi siete risuscitati insieme con Cristo, cercate le cose del cielo, dove Cristo regna accanto a Dio.  Pensate alle cose del cielo e non a quelle di questo mondo.  Perché voi siete già come morti: la vostra vera vita è nascosta con Cristo in Dio.  Adesso, invece, buttate via tutto: l’ira, le passioni, la cattiveria, le calunnie e le parole volgari.  Non ci sia falsità quando parlate tra voi, perché voi avete abbandonato la vecchia vita e le sue azioni, come si mette via un vestito vecchio.  Ormai siete uomini nuovi, e Dio vi rinnova continuamente per portarvi alla perfetta conoscenza e farvi essere simili a lui che vi ha creati.  Egli vi ha scelti e vi ama. Perciò abbiate sentimenti nuovi: di misericordia, di bontà, di umiltà, di pazienza, e di dolcezza.  Sopportatevi a vicenda: se avete motivo di lamentarvi degli altri, siate pronti a perdonare, come il Signore ha perdonato voi.  Al di sopra di tutto ci sia sempre l’amore, perché è soltanto l’amore che tiene perfettamente uniti.  E la pace, che è dono di Cristo, sia sempre nel vostro cuore. A questa pace Dio vi ha chiamati tutti insieme. Siate sempre riconoscenti.   Tutto quello che fate, parole e azioni, tutto sia fatto nel nome di Gesù, nostro Signore; e per mezzo di lui ringraziate Dio, nostro Padre.  Voi mogli, siate sottomesse ai vostri mariti, così com’è giusto di fronte al Signore.  Voi mariti, dovete voler bene alle vostre mogli e non dovete trattarle male.  Voi figli, ubbidite ai genitori in tutto, perché è questo che il Signore si aspetta da voi.  Voi genitori, non esasperate i vostri figli, perché non si scoraggino. 
  • DON ORIONE: Volerle bene nel Signore      La grazia e la pace del Signore siano sempre con Lei e con la eletta anima che la Mano di Dio Le ha preparato a santa compagna della sua vita.    Mi alzo da letto per scriverLe,  ho un po’ d’influenza, ma già sta passandomi, e Deo gratias…  Aiutami, caro fratello Guido, a ringraziare il Signore e a ringraziarlo in eterno!     Io prego anche per te, sai, e assai più che tu pensi, e prego per Colei che Dio ti ha data a Sposa, e ti raccomando di volerle bene nel Signore, e compatirvi tra di Voi, poiché per quanto siate buoni, tutti abbiamo i nostri difetti. Avendovi io sposati, prego per Voi, perché sempre viviate in Domino e sempre più santamente, compatendovi e confortandovi a vicenda in grande unione santa di cuori. Anteponete il santo timore di Dio alle ricchezze di questo mondo, e sarete contenti e avrete la benedizione del Signore.  Io molto prego per Voi, perché avendovi uniti nel Signore, mi pare di avere speciale obbligo di ricordarvi sempre al Signore.  E Voi pregate qualche volta per me.  Sac. Orione  della  Divina  Provv.za Scr. 41,86

 

  •  LA BIBBIA PER LA FAMIGLIA:  rielaborazione di personaggi e temi biblici in chiave familiare
  • I° – FRATERNITA NEL LIBRO DELLA GENESI
  1. CAINO E ABELE
  2. ABRAMO E LOT
  3. GIACOBBE ED ESAU
  4. GIUSEPPE E I SUOI FRATELLI
  • II° – TEMI VARI 
  1.  IETRO :  SUOCERI COSI…
  2.  MOSE’ SERVO DI DIO :  PADRE ED EDUCATORE
  3.  IL CANTICO DEI CANTICI : AMORE UMANO E DIVINO
  4.  RUT :  POVERTA E EMIGRAZIONE
  5. CASA E FAMIGLIA NEGLI ATTI DEGLI APOSTOLI: FAMIGLIA E CHIESA

 

  • III° – SPIRITUALITA’ DELLA COPPIA ALLA LUCE DI TOBIA
  1. LE NOSTRE STORIE SI SONO INCONTRATE COSI…
  2. QUALI VALORI TRASMETTIAMO AI NOSTRI FIGLI
  3. SARAI TU A SALVARLA. COME CRESCERE NELL’AMORE
  4. TI VIENE CONCESSA PER SEMPRE
  5. SCAVIAMO LA FOSSA O PREPARIAMO IL PANE?
  • IV° – EDUCARCI PER EDUCARE…PILASTRI DI FORMAZIONE MORALE
  1. LIBERTA E RESPONSABILITA
  2. FORMAZIONE DELLA COSCIENZA
  3. CUSTODIRSI IN FAMIGLIA
  4. EDUCARCI alla PACE
  5. EDUCARE LE PASSIONI
  6. TI VOGLIO…BENE : AD AMARE SI IMPARA
  • –  RITIRI SPIRITUALI PER  FAMIGLIE
  1.  GESU’ NELLE NOSTRE CASE (14 Miniritiri)
  2. FAMIGLIE-in-vacanza-con…la-BIBBIA DEF
  3. DOMENICA WEEK-END O GIORNO DEL SIGNORE
  4. FAMIGLIA ALLA LUCE DI COLOSSESI C. 3
  5. FIDANZATI E SPOSI IN CAMMINO…
  6. QUANDO LA COPPIA SCOPPIA
  7. VICINI A CHI HA IL CUORE FERITO (TETTAMANZI)

 

  • VI°:  SUSSIDI PER L’EDUCAZIONE ALL’AMORE
  1.  + Lettera d’amore
  2. + Educarci al dialogo
  3.  Il vangelo della famiglia
  4. + Lettera alle famiglie
  5. + Amore a sedici anni?
  6. + Amore è… (Secondo i bambini…)
  7. + Ad amare si impara… DAVANTI ALL’EUCARESTIA
  8. + Brutto carattere
  9. + Ditelo prima…
  10. + Il perdono nella coppia
  11. + Test per la nostra capacità di amare
  12. + Fidanzati e sposi in cammino…
  13. + Le ali della farfalla

5 comments

  1. accetto invito a pregare con voi in questo modo
    intanto vi metto sul corporale della s. messa
    e stasera voglio risentirvi
    fragostino cappuccino

  2. Grazie per le annotazioni sempre acute…una fra tante. “Via via ci siamo considerati sempre più come due anime sposate”
    Un bel obiettivo. Raggiungibile a condizione di “Tenere accese le vostre lampade”. Auguri…
    dv

  3. …Con noi è cresciuta la consapevolezza di appartenere a un Piano che ha unito i nostri destini. Ci siamo offerti vicendevolmente tante dimostrazioni e ci sono stati mandati tanti segni perché non ci lasciassimo scoraggiare da ostacoli e da difficoltà, perché trovassimo l’uno nell’altra quella parte mancante di cui avevamo bisogno, perché ogni nostra carezza non portasse tepore solo al corpo, ma arrivasse addirittura a sfiorare le solitudini di una sofferenza, di una delusione, di un disagio, di una paura, perché i nostri sguardi, abbracciandosi, riconoscessero le parole di un silenzio, perché non dessimo mai nulla per scontato, ma fossimo continuamente proiettati a cercarci e a cercare i progetti che questa vita ha in serbo per noi. Via via ci siamo considerati sempre più come due anime sposate.
    Quella mattina di fine luglio, seduta su una panchina della stazione, mi affacciai agli scorci aperti dai ricordi, mentre aspettavo che Massimo mi raggiungesse. Ad un tratto, distratta dallo sferragliare di un treno in transito, sollevai lo sguardo … Si posò sulla fiancata di una carrozza. Vi stava scritto: “Tenete accese le vostre lampade”. Gli occhi mi si riempirono di lacrime. Questa volta la promessa si stava rinnovando con una nuova dedica, scritta da Dio per noi. La lessi e la interpretai come una risposta alla nostra scelta e come un invito a proseguire il percorso lungo una strada dove i binari sono paralleli e portano nella stessa direzione…ISABEL

  4. Grazie, Liliana, per questa ventata di ottimismo sull’amore sponsale…”Qualcuno asserisce che il matrimonio sia la tomba dell’amore, niente di più sciocco, il matrimonio è la culla dell’amore…” Con i tempi che corrono!…E’ proprio controcorrente e mi auguro che venga letto da molti perché fa sicuramente del bene a chi ha “il cuore ferito”… dv

  5. Auguri per te
    Ti rivedo aitante e baldo giovane,
    i ricci ribelli,
    lo sguardo mite di chi
    ha conosciuto il dolore.
    Quando i nostri timidi sguardi di ragazzi
    Si incrociarono pensai :
    Sarà per sempre!
    Tanti furono i giorni dell’amore,
    follie di cui ridevamo,
    attimi come gioielli da appuntar sul cuore.
    Giovani sposi sfrontati e speranzosi,
    doni di vita da crescere insieme,
    figli desiderati e amati.
    Ci sono stati concessi gioie e affanni
    attimi di buio in cui a te mi aggrappai,
    altri in cui fui per te un’ appiglio.
    Il tempo non ha scalfito il sentimento
    e ora amore mio ,
    ora quanta tenerezza questi tuoi anni:
    60!!
    I capelli bianchi,
    quell’aria un po’ svampita che qualche volta hai,
    la ricchezza dei figli dei nipoti,
    e sempre caparbio
    questo nostro amore unificante
    Oh, io gli e l’ho detto a Dio:
    Voglio riaverlo anche di la su!
    Lui ha sorriso,
    assentendo s’è espresso:
    Questo è il sentiero pel mio Paradiso!!!

    Questa poesia che ho scritto x Pino; il mio sposo, riassume un po il nostro percorso di sposi.Dopo 42 anni insieme e 38 di matrimonio, è come un resoconto in cui l’amore la fa ancora da padrone! Qualcuno asserisce che il matrimonio sia la tomba dell’amore, niente di più sciocco, il matrimonio è la culla dell’amore, dove si cresce in età e grazia. Per me èstato un percorso di presa di coscenza, la passione dei primi tempi non può durare una vita, sarebbe anche stancante diciamo la verità, ma tutto ciò che si costruisce insieme a questa persona che Dio ci mette accanto, ha un disegno che è di bene. Non posso neppure pensare di amare qualcun altro nel modo in cui amo Pino; questo rapporto è esclusivo, deve esserlo, non sarebbe amore sponsale. Il pensiero che qualcun altro possa sfiorarmi con intenzioni sessuali,fa nascere in me un motto di nausea. Non posso pensarmi disgiunta da lui, è la mia stessa carne, io gli appartengo e lui appartiene a me, non puoi dividere un corpo che è uno, lo uccidi. Non lo puoi neppure col pensiero, perchè già quello è anticamera di divisione. Questo rapporto non è messo in discussione da niente: piccoli screzi, difficoltà, momentanee incomprensioni, sofferenze, lontananza. Certo tutto questo è un cammino, non facile, non scontato, ma la grazia di Dio non ci lascia soli, se noi scegliamo il bene, il Bene è al nostro fianco. Tutto questo è per i figli una palestra di vita per le loro scelte.A scegliere l’amore non si sbaglia ed è questo che ti rende libero.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *