MESE DI MAGGIO  –  “CURA DI BELLEZZA”:  GUARDIAMO A  MARIA!

MISTERI  DEL ROSARIO.  MISTERI DI VITA

LA FAMIGLIA CHE PREGA UNITA, RESTA UNITA

 

  • Cari amici, GUARDIAMO A LEI. Questo mese di Maggio volevo  dire una parola sul tema della bellezza. Quella come “l’erba del prato che al mattino fiorisce e alla sera dissecca…” (Sl 90)  E quella che non passa. Bellezza integrale. Anima e corpo. Armonia fisica e interiore. Ma mi rendo conto di non saperlo fare. Rischio di dire soltanto banalità…e allora mi è  venuta un’idea: chiedere il vostro aiuto. Pensate. Un’espressione che spesso ci esce spontanea dal cuore e dalla bocca è proprio: CHE BELLO! Davanti a un panorama mozzafiato.  Al volto di un bambino. All’esperienza di un’amicizia profonda… Felici esclamiamo: CHE BELLO! «La bellezza salverà il mondo» (Dostoevskij) Ma quale bellezza? Come educarci alla bellezza?
  • ECCO ALLORA LA DOMANDA:  COS’ E’  “BELLO”  PER TE?   Scambiamoci idee che circolano, testi poetici,   esperienze personali…  Comincio io proponendovi una PARTICOLARE “CURA DI BELLEZZA”: guardare in questo mese a MARIA LA  “TUTTA BELLA”, LA  “ PIENA DI GRAZIA”.  Vi allego un piccolo SUSSIDIO: può aiutarci per un momento “MARIANO”. Personale, in famiglia o in un gruppo.
  • MODALITÀ D’USO: per  rendere efficace la “cura” e facilitare una buona assimilazione,  leggere e pregare soltanto  una paginetta al giorno. Preferibilmente la sera dopo cena… per un tempo minimo di 10 minuti. Meglio se tutti insieme in famiglia davanti a un’immagine della Madonna. Non ha effetti collaterali  ma  si consiglia ugualmente di … non superare la dose indicata. In attesa dei vs contributi: PER ME,  BELLO È…  Saluto fraternamente. Dv 

TUTTA BELLA SEI, MARIA,

Tutta bella sei Maria e il peccato originale non è in te.
Tu sei la gloria di Gerusalemme, tu letizia d’Israele,
tu onore del nostro popolo, tu avvocata dei peccatori.

O Maria! O Maria!
Vergine prudentissima, Madre clementissima,
prega per noi, intercedi per noi
presso il Signore  Gesù Cristo.

 SUSSIDIO MESE DI MAGGIO  

+ PROPOSTE ESTATE 2010 def 

 ESERCIZI SPIRITUALI PER SUORE  E CONSACRATE LAICHE

  1. * 16 – 22 Maggio 2010: I salmi,  specchi di vita, modelli di preghiera 
  2. *  4 – 10 Luglio 2010: Tu mi hai sedotto, Signore. (Geremia)

 

  •  TI SALUTO , O PIENA DI GRAZIA (Lc 1,26ss)  L’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città  della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa di  un uomo della casa di Davide, chiamato Giuseppe. La vergine si  chiamava Maria. Entrando da lei, disse: “Ti saluto, o piena di grazia, il Signore è con te”.
  • ECCO TUO FIGLIO – ECCO TUA MADRE (Gv 19,27ss)  Stavano presso la croce di Gesù sua madre, la sorella di sua madre, Maria di Clèofa e Maria di Màgdala.  Gesù allora, vedendo  la madre e lì accanto a lei il discepolo che egli amava, disse alla  madre: “Donna, ecco il tuo figlio!”.  Poi disse al discepolo: “Ecco la  tua madre!”. E da quel momento il discepolo la prese nella sua casa  Stavano presso la croce di Gesù sua madre, la sorella di sua madre, Maria di Clèofa e Maria di Màgdala.  Gesù allora, vedendo  la madre e lì accanto a lei il discepolo che egli amava, disse alla  madre: “Donna, ecco il tuo figlio!”.  Poi disse al discepolo: “Ecco la  tua madre!”. E da quel momento il discepolo la prese nella sua casa
  • INSIEME CON MARIA (ATTI 1)  Allora ritornarono a Gerusalemme dal monte detto degli Ulivi co,  che è vicino a Gerusalemme quanto il cammino permesso in un  sabato. Entrati in città salirono al piano superiore dove abitavano.  C’erano Pietro e Giovanni, Giacomo e Andrea, Filippo e Tommaso,  Bartolomeo e Matteo, Giacomo di Alfeo e Simone lo Zelòta e Giuda  di Giacomo. Tutti questi erano assidui e concordi nella preghiera, insieme con alcune donne e con Maria, la madre di Gesù e con i  fratelli di lui.
  •  LE NOSTRE MADRI PASSANOSono giunto ad Itatì dopo tre ore di auto: è stata una corsa velocissima, tutta a sobbalzi… Finalmente comparve il Santuario di Itatì, e fu un gran respiro! La stanchezza e il mal di reni se n’andarono, tutto scomparve.   E sentii tutta la felicità di trovarmi in Casa della Madonna.  Ma, trovarmi in un Santuario di Maria e non dirvi qualche parola sulla Madonna, sarebbe mancanza troppo grave, non è vero? Pel mio come pel vostro cuore sento che è anche un grande e dolce bisogno.   Maria! Maria SS! Non sei tu « il secondo nome »? E vi è nome più soave e più invocato, dopo il nome del Signore? Vi è umana creatura, vi è donna, vi è madre più grande, più santa, più pietosa?     Le nostre madri passano, muoiono: Maria, Madre delle madri nostre, è la gran Madre che non muore. Sono passati 20 secoli, ed è più viva oggi di quando cantò il Magnificat e profetizzò che tutte le generazioni La avrebbero chiamata beata. Maria resta, vive e resta, perché Dio vuole che tutte le generazioni la sentano e la abbiano per Madre. Maria è la gran Madre che splende di gloria e di amore sull’orizzonte del Cristianesimo, – è guida e conforto a ciascuno di noi: è potente e misericordiosissima Madre per tutti che la chiamano e la invocano.
  • COL ROSARIO IN MANO Sono un povero pellegrino che cerco luce e amore:vengo al Santuario col rosario in mano.Vengo a cercarle luce e amore di Dio e delle anime! Vengo a Lei per non perdermi, dopo esser passato tra profondità, altezze, abissi, oscurità di spirito, ombre nere…Vengo a Lei e sento sopra di me un’alta pace che si libra:vedo il suo manto distendersi su tutte le tempeste e una serenità inoffuscabile che mi avvolge e penetra. E in questa luce inebriante mi spoglio dell’uomo vecchio e amo.(D. Orione)

 Vergine Madre, figlia del tuo figlio  (DANTE)
 

Vergine Madre, figlia del tuo figlio,
umile e alta più che creatura,
termine fisso d’eterno consiglio,
tu se’ colei che l’umana natura
nobili tasti sì, che ‘l suo fattore
non disdegnò di farsi sua fattura.
Nel ventre tuo si raccese l’amore,
per lo cui caldo ne l’etterna pace
così è germinato questo fiore.
Qui se’ a noi meridiana face
di caritate, e giuso, intra mortali,
se’ di speranza fontana vivace.
Donna, se’ tanto grande e tanto vali,
che qual vuoI grazia e a te non ricorre
sua distanza vuoI volar sanz’ali..

 

N’ A V E   M A R I A  (Trilussa)

Quand’ero ragazzino, mamma mia
me diceva: “Ricordati fijolo,
quando te senti veramente solo
tu prova a recità ‘n’ Ave Maria
l’anima tua da sola spicca er volo
e se solleva, come pe’ maggia”.
Ormai so’ vecchio, er tempo m’è volato;
da un pezzo s’è addormita la vecchietta,
ma quer consijo nun l’ho mai scordato.

Come me sento veramente solo
io prego la Madonna benedetta
e l’anima da sola pija er volo!

LA MADRE  (UNGARETTI)

E il cuore quando d’un ultimo battito
Avrà fatto cadere il muro d’ombra,
Per condurmi, Madre, sino al Signore,
Come una volta mi darai la mano.
In ginocchio, decisa,
Sarai una statua di fronte all’Eterno,
Come già ti vedeva
Quando eri ancora in vita.
Alzerai tremante le vecchie braccia,
Come quando spirasti
Dicendo: Mio Dio, eccomi.  

E solo quando m’avrà perdonato,
Ti verrà desiderio di guardarmi.
Ricorderai d’avermi atteso tanto,
E avrai negli occhi un rapido sospiro.
 

MADRE,  IO VORREI

1. Io vorrei tanto parlare con te  di quel figlio che amavi:
    io vorrei tanto ascoltare da te quello che pensavi:
    quando hai udito che tu  non saresti più stata tua
    e questo figlio che non aspettavi  non era per te. Ave Maria

2. Io vorrei tanto sapere da te se quand’era bambino
    tu gli hai spiegato che cosa sarebbe successo di Lui
    e quante volte anche tu, di nascosto, piangevi, Madre,
    quando sentivi che presto l’avrebbero ucciso, per noi. Ave Maria

3. Io ti ringrazio per questo silenzio che resta tra noi
    io benedico il coraggio di vivere sola con Lui
    ora capisco che fin da quei giorni pensavi a noi
    per ogni Figlio dell’uomo che muore ti prego così. Ave Maria 

18 comments

  1. Um diese Sicherheit und unseren Kundenservice zu gewährleisten, haben
    wir für Veranstaltungen wie z.B. Kindergeburtstage einen
    Leitfaden festgelegt. Aachen Aichach Alsdorf Arnsberg Bad Hersfeld
    Bad Kreuznach Baden-Baden Bayreuth Bergisch Gladbach Bruchsal Dettelbach Dormagen
    Dresden Eisenach Elmshorn Erding Eschwege Euskirchen Frankfurt Freyung Friedrichshafen Goslar Gotha Hamm Kassel Königsbrunn Kulmbach
    Leipzig Leverkusen Limburg Lippstadt Lörrach Mannheim
    Marburg Meitingen Memmingen Münster Naumburg Neckarsulm Neu-Ulm Neufahrn Neumünster Nürnberg Olpe Paderborn
    Passau Penzing Pforzheim Reutlingen Rudolstadt Saalfeld Selb Siegburg Singen Suhl Troisdorf Ulm Vilsbiburg Warburg Wiesbaden Bitte wählen Sie Ihre
    Stadt Aachen Aichach Alsdorf Arnsberg Bad Hersfeld Bad Kreuznach Baden-Baden Bayreuth Bergisch Gladbach Berlin Bruchsal Dettelbach Dormagen Dresden Eisenach
    Elmshorn Erding Eschwege Euskirchen Falkensee Frankfurt Freyung Friedrichshafen Goslar Gotha Hamm Kassel Königsbrunn Kulmbach Leipzig Leverkusen Limburg Lippstadt
    Lörrach Mannheim Marburg Meitingen Memmingen Münster Naumburg Neckarsulm
    Neu-Ulm Neufahrn Neumünster Nürnberg Olpe Paderborn Passau Penzing Pforzheim
    Reutlingen Rudolstadt Saalfeld Selb Siegburg Singen Suhl Troisdorf Ulm Vilsbiburg Warburg Wiesbaden.

  2. Please let me know if you’re looking for a article writer for your blog. You have some really good articles and I feel I would be a good asset. If you ever want to take some of the load off, I’d absolutely love to write some content for your blog in exchange for a link back to mine. Please send me an e-mail if interested. Thanks!

  3. Claudia, grazie per le tue parole così sincere e precise nell’analizzare le radici profonde della bellezza dei tuoi tesori… “Lui come anche Chiara sono il frutto dell’amore che unisce i suoi genitori, un amore che tiene salda la famiglia, un amore che irradia di bellezza pura ed infinita.” Viene spontaneo fare un augurio a tutte le coppie: che la loro unione sponsale si rifletta nella “bellezza dei figli”. dv

  4. D. Vincenzo…proprio domani è la festa della mamma, è la mia festa, è la festa di tutte le mamme è la festa della mamma di tutte le mamme, di maria. Mi viene da pensare questo pensando al mio ruolo di mamma: tanta soddisfazione quando mi dicono quanto sono belli i tuoi figli ed io mi gonfio di orgoglio….ma cosa è veramente la bellezza, quale è la loro bellezza. Guardando Chiara (che ora ha 4 mesi) nei suoi occhi, si può vedere una luce pura che brilla in un modo tale che uno non può non dire che bella!!!! Quella luce è la luce della purezza di spirito, purezza d’animo, purezza divina.
    Mentre guardo Mattia e tutti mi dicono quanto è “bello” tuo figlio io mi dico che la sua bellezza deriva soprattutto dall’amore che noi genitori gli abbiamo donato giorno dopo giorno, sacrificio totale e pieno. Lui come anche Chiara sono il frutto dell’amore che unisce i suoi genitori, un amore che tiene salda la famiglia, un amore che irradia di bellezza pura ed infinita. Un abbraccio grande grande da tutti noi.Claudia, Matteo, Mattia e Chiara.

  5. Bello è avere una famiglia unita, come la mia…sempre e comunque…
    Da poco io e mia sorella siamo andate in un negozio. La signora che ci ha servito ci ha detto un qualcosa che mi ha molto fatto riflettere…:”si vede da lontano che siete molto legate e che ciascuna delle due si getterebbe nel fuoco per l’altra”.

  6. Susi querida, que regalo tu mensaje… mi pobre texto es simplemente una introduccion a las cartas de Don Orione a los jovenes…Por eso se necesita…leer las cartas en que pueden conocer mejor las sircustancias y el pensamiento de D. Orione. Todas las frasitas de la introduccion las van a encontrar en las cartas…se las envio con mucho carino RECORDANDO YO TAMBIEN LAS lindas EXPERIENCIAS QUE VIVIMOS HACE MUCHOS ANOS ATRAS…Gracias por subrayar: “Pienso que Don Orione es un enamorado de la BELLEZA; yo creo que por esto eligió un mes de Mayo para festejar su fiesta. No podía ser menos con tanto amor la LA MAS BELLA. ¿Verdad?”
    Un abrazo a todos
    dv

  7. Querido Don Vincenzo
    Soy Susi (Manises-España). Gracias por la información que envía a través de los emails. En la parroquia de Manises, tenemos nuestras reuniones habituales del MLO y estamos preparando de cara a la fiesta de San Luis Orione, una “jornada de familia” en la que habrá un trabajo por grupos; uno de ellos de jóvenes donde se presenta el texto que adjunto y que lleva su firma. Se trata de que a partir del texto, los jóvenes, interpelados por las palabras de San Luis Orione, expongan sus experiencias en los campos de trabajo como voluntarios, o bien su labor en la parroquia o cómo tratan de vivir el carisma en su vida personal/comunitaria. Entonces, nos ha gustado su texto pero quisierámos que de todas estas citas de San Luis Orione, pudiéramos ir en profundidad con alguna de ellas; es decir, que nos pueda enviar algo más sobre alguna de ellas; situarla en el contexto histórico, en el contexto de la vida de San Luis Orione, qué sucedió concretamente, qué circunstancia, o por qué le llevó a decir esta o aquella cosa a los jóvenes;o simplemente el conjunto de la carta de donde es sacado ese fragmento. No se trata de conocer todas las citas que recoge en el documento; sólo elegir algún episodio de los que cita y desarrollarlo más en profundidad. Justo la Primera Lectura de hoy habla de Pablo y Bernabé. Recuerdo en los ejercicios hace muchos años en Madrid, esta relación tan bella que presentó entre Pablo y Bernabé; con esa paciencia de Bernabé y ese carácter tan fuerte de Pablo, con esas discusiones sobre le pequeño Marcos, de si debía acompañarles o no en su apostolado…de los roces que surgen en la convivencia…Pienso en este Jesus en Medio tan fuerte entre ellos que hace que a pesar de las tensiones, no se rompa lo más importante. QUE BELLO! Y ya que nos propone en su email dedicar el mes de mayo a reflexionar sobre la Belleza; es verdad; ya decimos que Dios es Verdad, Bondad y Belleza. Caemos en la cuenta de las dos primeras y no tanto de la tercera…Para mí el término Belleza, Armonía, es…particularmente familiar. Gracias por recordárnoslo. Pienso que Don Orione es un enamorado de la BELLEZA; yo creo que por esto eligió un mes de Mayo para festejar su fiesta. No podía ser menos con tanto amor la LA MAS BELLA. ¿Verdad?

    Saludos en Unidad – Susi

  8. Carissimo Don Vincenzo, questa volta mi hai provocato: in risposta alle due bellissime poesie (Trilussa ed Ungaretti) dedicate alla Madonna, ti invio la seguente (a me tanto cara):
    ALLA MAMMA CELESTE
    CON TANTA CURA IO VI TRONCAI UNA ROSA.
    A L’ANGOL DEL GIARDIN TRA’L VERDE E ‘L SOLE,
    E LA PORTAI A TE, MARIA AMOROSA,
    SU D’UN ALTAR, FRAGRANTE, CON DUE VIOLE.

    CANTAVA ALLEGRAMENTE UN RUSCELLETTO
    IN MEZZO AL VIAL DA GLI ALBERI OMBREGGIATO,
    MI GENUFLESSI E CON LE BRACCIA AL PETTO
    PREGAI CON FEDE E CUORE ADDOLORATO:

    – MADONNA SANTA, TU CHE SEI POTENTE,
    O GRANDE MADRE CELESTE IMMACOLATA,
    ACCOGLI LA PREGHIERA NOSTRA ARDENTE,
    TU CHE SEI FORZA, LUCE E INTEMERATA!

    RAGGIANTE STELLA CHE NON C’E’ L’EGUALE
    DA’ LA SPERANZA E PACE AL NOSTRO CORE:
    SIAM FRAGILI, INCLINATI AL VIZIO E AL MALE,
    VOGLIAM LA GUIDA TUA, CH’E’ LA MIGLIORE.

    dalla raccolta “Palpiti di Fede”
    di Michele Galante (mio padre nel lontano 1935… sembra ieri).
    Un abbraccio fraterno, Giovanni

  9. Sono belle le rondini, belli i rosari guidati da una brava suora, e belle anche le…croci!
    Grazie, Francesca, per questa capacità di cogliere la bellezza ovunque. dv

  10. Grazie per l’occasione di meditare sulla BELLEZZA che ci è donata in mille
    modi. sono infinite appunto le cose belle,dentro e fuori di noi. Eccone
    qualcuna. Sono tornate, da non molto, le rondini, un segno di un tempo in cui
    tutto si rinnova meravigliosamente nella natura. Si fanno sentire mentre
    sfrecciano nel cielo quasi a gridare la gioia di vivere che pure vogliono trasmettere anche a noi.E’ un segno che mi segue fin dalla giovinezza: per questo è particolare per me …qualcosa che risuona dentro in modo misterioso. Mi ricordano i Rosari a sera,recitati sulla terrazza di un collegio.
    convento insieme a delle compagne di studio e ad una santa suora di clausura con tanta fede nella presenza di Gesù. vivo in mezzo a noi.le sono debitrice della mia scoperta dell’amore di Gesù per me…Un’altra cosa bella è tutta la mia vita,da principio fino ad oggi: le persone che mi hanno voluto
    bene. il rispetto che hanno avuto di me in ogni tempo per cui ho potuto vivere serenamente e fiduciosamente, mio marito e i miei figli,dono straordinario che non potrò mai comprendere fino in fondo tanto è incommensurabile la preziosità di questo dono. L’amore per la mia chiesa…il mistero di Dio che si rivela continuaente a noi atraverso la Parola….non vado oltre perchè
    avrei troppo da dire. Aggiungo solo che anche un pò di dolore è cosa bella poichè mi aiuta ad entrare nel mistero di Dio e a comprendere e condividere le sofferenze dgli altri.
    FRANCESCA L.

  11. Carissimi, vedo con gioia e gratitudine che state raccogliendo l’invito a esprimere un pensiero sul tema: BELLO PER ME è…In particolare sento che Maria è capace ancora una volta (come già fece agli inizi della chiesa cfr Atti 1,1ss) a radunarci attorno a sé per perdonare i nostri tradimenti del Figlio suo e insegnarci a perseverare nella preghiera in attesa dello Spirito. Grazie, Maria, madre della Chiesa e di tutti noi.
    dv

  12. IL discorso sulla bellezza è così ampio e soggettivo che sembrerebbe come dice lei, scontato; chiuso dietro schematismi, categorie, canoni e via dicendo. Dio nell’imprimere in noi la Sua immagine, ha impresso logicamente anche questo bisogno di bellezza, siamo affamati di bellezza, di emozioni belle, appaganti.C’è qualcuno che; secondo la Bibbia, è il culmine di questa bellezza terrena: Egli è il più bello tra i figli dell’uomo. In Gesù la natura sboccia nella bellezza più totale; eppure questa bellezza ha il suo massimo splendore sulla croce. Sulla croce appare la Gloria: Non ha apparenza né bellezza per attirare i nostri sguardi, nulla per provare in lui diletto, uno davanti al quale ci si copre la faccia.
    Strano tutto questo, strano per un ragionamento umano!
    C’è una bellezza che viene dallo svelamento dell’unione con Dio, allora capiamo : La Bellezza! Non c’è nulla che non rispecchi questa bellezza, contemplarla riempie il cuore di lode, poiché in ogni dove troviamo e vediamo Lui, l’Artefice della bellezza. Sant’Agostino rimpiangeva il fatto d’esser giunto tardi a questa Bellezza,in effetti non è mai presto per giungervi, ne mai una vita intera può dirsi bastante per conoscerla e accoglierla totalmente.
    <<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<
    Creazione
    S’immerse il Creator
    Come tuffo in fiamme
    Nel nulla del divenire.
    Riemersero sprazzi di magma incandescente
    Come uccelli di fuoco
    Che ascendendo in un cielo d’azzurrite
    Incendiarono l’aria
    E Ricadendo generarono informi terre
    Rinserrando tra le sue rive
    Mari come gocce di giada
    in cui vagì la vita
    primordiale culla della creazione.
    Come vivo gioiello
    A te fu poi donato
    affinché tu
    aprendo gli occhi intorno
    Spaziassi nella bellezza infusa in ogni cosa
    dal nulla creata
    dal Tutto chiamata all’esistenza.

    Discorso di un anima con la Tutta Bella!!
    Avrei voluto dipingerti, ma, non ho trovato un viso così tenero e delicato che potesse rappresentarti. Avrei voluto disegnarti cosi come il mio cuore e il mio spirito ti vedono, ma, non mi è stato possibile perché la mia matita non conosce l’amore. Avrei voluto descrivere lo splendore che irradia da te, ma, questo mondo non può sopportare tutto questo e io, non sono capace di dipingere con i colori dello spirito. Avrei voluto assomigliarti o Mamma del cielo; se Tu mi aiuti, almeno in questo proposito vorrei riuscire. Nell’umiltà, nella preghiera, nel silenzio e nell’ascolto troverò i colori meravigliosi per dipingerti nella mia vita. Aiutami o Mamma celeste e santa, aiuta questa tua piccola figlia, insegnami o Mamma la via del cielo.

    <<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

    Annuncio!
    L’angelo varcò la soglia:
    Il creato, la storia, il tempo,
    si affacciarono al limitar del luogo
    Stupiti
    a carpire anche il minimo sussurro
    del meraviglioso evento.
    La luce inondò la povera casa,
    non più pareti,
    il cielo aperto;
    sospendendo il fiato,
    attese l’esito del meraviglioso annuncio.
    E l’angelo disse parole inaudite:
    Rallegrati Maria!
    Alzando gli occhi la fanciulla
    percepì la realtà delle parole dette,
    nell’umiltà rispose:
    Nel mio nulla acconsento,
    adorando accolgo,
    nell’obbedienza mi affido.
    E Dio,
    impastò il suo Spirito con la carne sua,
    nel suo seno divenne bimbo.
    Ne prese il cuore e lo donò al mondo.
    E l’angelo partì da lei,
    Il creato cantò alta la lode!

    Saluti cari a tutti buon mese di Maggio Liliana

  13. Se ho ben capito cosa è bello per me significa cosa realizza la mia umanità?Mah do una lista, in ordine casuale:
    -studiare ciò che mi interessa,
    -giocare a scacchi,
    -parlare con un ottimo sacerdote che conosco e frequentare i suoi incontri,
    -stare con i miei amici e soprattutto Amiche, traendo da esse/i una grande speranza e gioia di vivere.
    Ciao Don Vincenzo!

  14. Caro DV, PER ME, BELLO È… aver potuto condividre il ritiro a Fano:
    E’ stato un vero piacere e molto arricchente spiritualmente ed umanamente! Grazie a Te e a Tutti Voi! Un abbrrassssio da Zena. Raffaella

  15. Grazie Don Vincenzo, per le belle parole che hai voluto dedicare alla Madonna.
    Per me bello è :”Vedere un bambino che sorride,perchè esprime tutta la gioia della vita”.
    A presto.
    Salvatore da Gaeta.

  16. In questo momento le dolci parole dedicate alla Mamma mi commuovono davvero tanto! anch’io, come don Orione, mi sento un povero pellegrino che cerca luce e amore… il Rosario in mano.. ecco una cura infallibile!
    Grazie Don Vincenzo, sei proprio un padre premuroso!

  17. Grazie a te, Berny. Mi sembri davvero una “sentinella del mattino” che ti accorgi subito delle piccole novità del sito…Se il sussidio potrà fare un pò di bene e guardando a MARIA LA TUTTA BELLA, saremo tutti un pò più “belli”…Deo gratias! Dv

  18. Grazie, Don Vincenzo …
    Grazie per questo preziosissimo sussidio sul mese di maggio …
    Speriamo di riuscire a farne buon uso … secondo la volontà del Signore.
    Grazie, un saluto Berny

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *