–  SERATE BIBLICHE E MUSICALI PER RIASCOLTARE  LE VOCI DEI PROFETI…

–  PAROLE DI FUOCO SU VALORI PERENNI: GIUSTIZIA, SOLIDARIETA’, EDUCAZIONE…

–  PAROLE CORAGGIOSE CHE CONSERVANO FORZA E FRESCHEZZA DOPO 2500 ANNI

 

Cari amici di S. Biagio

Ricordando la bella esperienza dell’anno scorso, la Casa di spiritualità “VILLA S. BIAGIO”  (Opera D. Orione – Fano),  organizza per le prossime settimane alcune SERATE BIBLICHE E MUSICALI  su importanti temi formativi. Rallegrati dal fresco della Villa, sullo sfondo di celebri pagine di musica classica, vogliamo riascoltare la VOCE DEI PROFETI. Parole di fuoco (e controcorrente…)  su valori perenni: giustizia, solidarietà, educazione…

PROGRAMMA: ORE 21 – 22.15

  •    LUGLIO
    Lunedì 26: La vorresti una Ferrari?AMOS
    Mercoledì 28: Diverso = Nemico?GIONA
    Venerdì 30: Far carriera si ma ad ogni costo?QOHELET 
  • AGOSTO : Nelle serate del  2 – 4 – 6 – 9 – 11 Agosto sarà trattato un unico tema particolarmente indicato per genitori e educatori dei gruppi giovanili:  MOSÈ, EDUCATORE DEL SUO POPOLO…Come ha fatto? 
  •  Sabato 14 ore 21: L’anima mia magnifica il Signore: Veglia mariana per la festa dell’Assunta.

Info: Tel 0721.823.175   d.alesiani@virgilio.it                 Sito: http://www.sanbiagiofano.it

3 comments

  1. E’ vero, Isabel, ci sono giorni in cui certi termini che usi (tempesta, paura,sconforto…)non sono retorica ma dolorosa esperienza.
    Ma devo dirti grazie perché non ti sei abbandonata al torpore e a “un’insulsa apatia”…E’ bastato un girasole per farti ricominciare a “cercare ostinatamente il sole… ” dv

  2. Ieri mi è stato regalato un girasole. Ho guardato la sua corolla e, per la
    prima volta in questa estate spenta, ho attinto un po’ della sua tinta e l’ho
    avvertita come un colpo di pennello sopra una tela sbiadita … I suoi petali,
    decisi e leggeri, si sono appoggiati sul disturbo di un malessere che, da
    qualche tempo, viene a farmi visita senza bussare. …Sembra che mi sappia reduce da una tempesta che ha afferrato una manciata dei miei giorni e li ha sbattuti addosso alla paura, alle incognite, alla sofferenza, agli incubi, che ha steso la notte sulle ore di luce, che mi ha
    dato in pasto alle domande più voraci, ovvero a quelle che sembrano non avere
    risposta, che mi ha chiuso lo stomaco e mi ha tolto il sonno, che ha fatto bruciare lacrime e preghiere, che ha spinto nello sconforto e nella disperazione, che ha preteso tanto dalle forze e dalla fede. Mentre onde mansuete toccano la riva, fatico ad accogliere, ad ammettere e quasi ad accettare il ritorno di una pausa, come se non volessi o non potessi concedermi un po’ di tranquillità, restia a credere che possa durare a lungo…Però ieri quei petali gialli, quegli schizzi luminosi, hanno accarezzato il mio torpore e hanno distolto lo sguardo, che era stato ipnotizzato da un’insulsa apatia. Un girasole ha dipinto il tratto di una pellicola in bianco e nero e mi ha mostrato come cercare ostinatamente il sole…Isabel

  3. Ciao caro D. Vincenzo, mi mancano un po i suoi spunti di riflessione!!
    Vacanze…che invenzione, la mia oasi vacanziera è fissa, ogni mercoledì, in parrocchia: Adorazione Eucaristica. Che momenti di riposo, questa è la mia vacanza. Mare a pochi chilometri..per affannose corse sulla sabbia per cercare un posto libero sotto il sole cocente..le lascio ai giovani. amo il mare in autunno, quando taciono la confusione e parla la sua voce possente.
    Mi godo i miei nipoti …per due mesi li ho vicini..che grazia i loro abbracci e i loro sorrisi!! Spostarsi è pazzia per me, amo troppo la mia terra , ma, mi piacerebbe rivedere visi conosciuti e cari..un abbraccio a tutti VVB ♥

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *